Alimentazione In evidenza News

Il miele migliore? Quello di Tea Tree. Ecco perchè

Gen 09, 2019 Stefania Del Principe

Esiste un miele migliore di un altro? Si parla spesso del miele di Manuka, spesso commercializzato a peso d’oro. Poco, tuttavia, si sa, di altri mieli che sono di pari qualità – se non migliori – e venduti a prezzi più abbordabili. La letteratura scientifica, eppure, riporta risultati di moltissime ricerche che mettono in risalto le virtù di molti altri prodotti apistici, ricchi di antiossidanti e virtù terapeutiche. Ve ne riportiamo alcune, pubblicate di recente.

Il miele di Tea Tree, ricco di antiossidanti

Forse pochi di voi lo conoscono, ma è un miele particolarmente utile e prezioso. Stiamo parlando del miele dell’albero del tè più conosciuto con il nome di Tea Tree. Secondo un recentissimo studio, possiederebbe virtù salutari e antiossidanti. A suggerirlo sono stati alcuni scienziati australiani della School of Environment, Science and Engineering alla Southern Cross University.

I risultati dello studio relativo al miele di tea tree

Secondo quanto è emerso dalla ricerca, il miele ottenuto dalle api che raccolgono il polline dell’albero del tè (o tea tree) è quello con i più alti livelli di antiossidanti. Ma non solo: possiederebbe anche un’elevata attività antibatterica o antimicrobica. «Abbiamo scoperto che la raccolta di polline da parte delle api sugli alberi di Melaleuca ha prodotto un miele che combina un’attività antiossidante immediata e un’attività antimicrobica sostenuta e significativa anche nel miele giovane, senza dover attendere la maturazione del miele», spiega il dottor David Rudd, ricercatore della Southern Cross University.

Il miele di Tea Tree è migliore della maggior parte dei mieli

Il miele ottenuto dalla melaleuca alternifolia è, in sintesi, uno dei più ricchi al mondo di sostanze attive. Senza considerare che – come spiegato dal dotto Rudd – il foraggiamento da questa pianta ha portato benefici per la salute di molte api. «Una dieta di alberi di Melaleuca è leggermente diversa da quella di cui le api di solito si nutrono – continua Rudd – quindi volevamo condurre un’analisi dei batteri nel caso in cui ci fossero problemi per le api, ma abbiamo scoperto che i leggeri cambiamenti nell’intestino suggerivano che le api potevano davvero gestire bene l’albero del tè e che in realtà dà alle api una funzione immunitaria leggermente più alta, rendendole più resistenti alle infezioni batteriche e alle infezioni virali senza intaccare la funzione metabolica dell’intestino».

I benefici del miele di Tea Tree

Il polline e il miele degli alberi del tè «fungevano da probiotico per il metabolismo aumentando i benefici dei batteri difensivi immunitari, pur mantenendo i batteri del metabolismo del nettare all’interno dell’intestino delle api». E se siete preoccupati per il sapore, niente paura: il dottor Rudd ci tiene a sottolineare che il gusto del miele è buono, «con un tocco di freschezza e leggerezza».

Fonti scientifiche

[1] New research shows bee health as sweet as honey with unique tea tree product – Southern Cross University.