Bellezza Benessere Fai da te

Oleoliti fai da te. Consigli step by step

giu 12, 2015 lm&sdp

Si tratta di un prodotto semplicissimo da preparare. L’ideale è farlo con le erbe appena colte, ma anche quelle essiccate possono andare bene. L’oleolito è molto versatile da usare e una volta presa dimestichezza, se ne potranno fare di tutti i tipi e….colori.

L’OLEOLITO STEP BY STEP

Gli oleoliti sono degli oli ottenuti facendo macerare una o più parti della pianta in un olio vegetale di base, come per esempio l’olio di oliva. Se ne possono preparare davvero di tanti tipi e per ogni esigenza. La procedura è più o meno simile per tutte le piante che vengono utilizzate:
– Raccogliete la parte della pianta di cui avete bisogno;
– Mettetela in un vasetto di vetro scuro e ricoprite con olio vegetale;
– Riponete il barattolo in un luogo abbastanza caldo e asciutto in maniera che i principi attivi possano essere estratti dalla pianta e trasferiti all’olio vegetale;
– Chiudete bene e scuotete il barattolo almeno una volta al giorno;
– Lasciate macerare da una settimana a quindici giorni;
– Filtrate con un colino a trama finissima o con un panno di lino per almeno due volte;
– Conservate in un barattolo di vetro scuro a chiusura ermetica.
– In alcuni casi, quando si usano ingredienti freschi che contengono molta acqua, è possibile fare un fagottino contenente sale grosso da inserire all’interno per eliminare l’eccesso di umidità. In alternativa si può far scaldare a bagnomaria fino a che l’acqua non venga eliminata del tutto.

PER LE PELLI IRRITATE PROVA L’OLEOLITO DI CAMOMILLA

Oleolito di camomilla
– 100 g di capolini di fiori di camomilla secchi;
– 500 ml di olio di albicocca e un cucchiaio di burro di karitè.

Serve per: pelli irritate, delicate, fragili, dei bambini e dopo una lunga esposizione al sole.

IL CONSIGLIO

Per potenziare l’effetto, se si tratta di irritazione da allergie, unisci l’olio di Nigella.