Home
A value is required.
RSS
Feed RSS
Ultimo iscritto: giobonalumi@libero.it

Siamo già in: 49794

email
password
Verifica...
Login Errato.
VAR_DESCSEC
**

Curriculum Anna Valeria Sabatini

stampa manda a un amico commenta RSS

Anna Valeria Sabatini

Anna Valeria Sabatini

Da oltre quindici anni m’interesso con passione alla Medicina Naturale e al mondo del Naturale a 360 gradi.
Dapprima solo come appassionata e come giornalista, e poi come Naturopata e Floriterapeuta, dopo aver conseguito il diploma in Naturopatia.
La mia crescita personale mi ha portato a percorrerere la tortuosa strada della Medicina Naturale, permettendomi così di realizzare un mio grande sogno: quello di aiutare uomini e animali a raggiungere o a mantenere quello stato di benessere psico-fisico cui tutti hanno diritto.

• Giornalista - Specializzata nel mondo del Naturale.
- Esperta in Medicine Naturali, Alimentazione, Benessere, Animali, Ecologia e Ambiente, Attualità.
- Autrice di vari studi e ricerche.
- Articoli su riviste e siti web specializzati del settore Naturale.
- Sono stata Membro del Comitato Scientifico della rivista mensile Naturalia Family Life.
- Sono Direttore Responsabile del Portale Internet www.naturalia.net

• Naturopata e Floriterapeuta - Esperta di Alimentazione Naturale - Integrazione Naturale - Fiori di Bach - Oli Essenziali - Oligoelementi - Prodotti fitogemmoerboristici - Fitocomplementi - Trattamenti di Riequilibrio Energetico e Tecniche di rilassamento per coadiuvare le funzioni fisiologiche dell'organismo - Riflessologia plantare - Kinesiologia.
- Tengo incontri su Fiori di Bach, Alimentazione Naturale, Benessere e Tecniche Energetiche.
-
Do consigli per superare naturalmente debolezze costituzionali, stress, rigidità muscolari, ansia, squilibri energetici ed emozionali, alimentazione errata, intolleranze, intossinazione, problematiche femminili (climaterio, gravidanza, menopausa, ecc.), disturbi stagionali e da raffreddamento.
 

STUDIO ON-LINE:
www.mypersonalroom.net/annasabatini

Collabora con:

C.M.A - Centro Medicina Alternativa
Via Ponte Seveso 19 - Milano
Tel. 02.36536298

DIPLOMA conseguito presso la
SCUOLA DI NATUROPATIA - HEILPRAKTIKER
L.U.I.N.A. - Libera Università Italiana di Naturopatia Applicata
ISTITUTO RUDY LANZA

∆ - Master di Fiori di Bach - Corso avanzato con il Dr. Ricardo Orozco

Consulenze su appuntamento

STUDIO -
Nerviano - Mi
tel: 338.1549145

www.naturalia.net/gioiadivivere
www.guidaalbenessere.org

www.meglioinsalute.com

 

CONSULENZE LIVE
Per consulenze ON-LINE
dal vivo nel mio Studio Virtuale

clicca qui
Invia ad un amico
Da (Nome):
Da (Email):
A (Email):
Oggetto:
Messaggio:

Il piede in salute del bambino

stampa manda a un amico commenta RSS



da: “ Il Piede del Bimbo”
di Pablo Neruda


Il piede del bimbo ancora non sa di
esser piede,
vuol esser farfalla o mela.

Ma poi i vetri e le pietre,
le strade, le scale,
i sentieri della terra dura
vanno insegnando al piede che non
può volare,
che non può esser frutto rotondo su
un ramo.
Il piede del bimbo allora
fu sconfitto, cadde
nella battaglia,
fu prigioniero,
condannato a vivere in una scarpa.
………..



È importante per un genitore conoscere la funzione reale del piede riguardo lo sviluppo motorio, sensitivo e cerebrale del bambino.
La cura e l’igiene del piede sono essenziali anche per la salute dell’intero organismo; si deve insegnare ai bambini sin dalla tenera età ad amarli e rispettarli come qualunque altra parte del proprio corpo.
Il piede non serve solamente per sostenere o per camminare: esso ha un’importante innervazione che ha la capacità di trasmettere al cervello, attraverso impulsi nervosi, la posizione esatta del corpo rispetto allo spazio. Questa percezione, dovuta anche alla sensibilità della cute e del sistema vascolare, consente di riconoscere i vari tipi di terreni su cui appoggia e quindi di regolare la muscolatura e il diverso appoggio per mantenersi in posizione eretta e in perfetto equilibrio.

Il neonato nel primo periodo di vita esplora il suo mondo interiore, poi inizia a interagire con realtà esterna attraverso il tatto, il gusto, la vista e in seguito con le esperienze motorie. Ogni conoscenza in merito aiuta lo sviluppo delle fibre nervose, quindi più i piedi vengono usati e stimolati in modo corretto, meglio si svilupperà la struttura cerebrale del bimbo.

Imparare a camminare è un processo lento e graduale che necessita di una maturazione muscolare e nervosa. Ogni bambino ha i suoi tempi fisiologici di crescita, che non vanno assolutamente paragonati al suo grado di intelligenza. Non dovrà mai essere forzato a camminare, ed è importante lasciarlo libero di esprimersi e muoversi come meglio crede; evitare l’uso del “girello”, comodo per il genitore ma diseducativo per il piccolo, che solitamente prima dovrà imparare a gattonare e poi a camminare. Molto meglio lasciarlo su una coperta, o nel “box”, dove potrà confrontarsi con le sue capacità e con le esperienze: perché è attraverso le difficoltà che potrà crescere serenamente, formando il carattere e la capacità di indipendenza.

Fino ai due anni circa il piede del bimbo, che alla nascita è piatto, è ancora “cicciotto” e non bene conformato; non vi è quindi da preoccuparsi se camminando spesso egli assume atteggiamenti sbagliati del tutto naturali, che scompaiono poi con l’accrescimento e il rafforzamento osseo, muscolare e tendineo.
Il piede è fatto per camminare scalzo su terreni sconnessi, e non per essere intrappolato in scarpe rigide su terreni piatti. Allora è bene rispettare la sua naturale fisiologia lasciando camminare i bambini scalzi il più possibile, soprattutto su terreni irregolari, sulla sabbia, sull’erba, sulla ghiaia, sulle rocce; in questo modo si migliora il loro equilibrio e il senso di sicurezza. In estate tenere i piedi nudi significa anche esporli al sole, il quale fa attivare la vitamina D, che serve per rinforzare le ossa, per fissare il calcio e il fosforo, per prevenire la demineralizzazione e il rachitismo.

QUALI SCARPE USARE
Se il bambino non ha patologie del piede è bene che non usi calzature correttive o preventive.  Meglio fargli calzare scarpe fisiologiche morbide e flessibili. Vanno benissimo anche le scarpe basse, l’importante che siano costruite con materiali selezionati naturali, traspiranti, morbidi e all’avanguardia. È la scarpa che si deve adattare al piede, e non il piede alla scarpa!
Scegliere scarpe di qualità, costruite da aziende serie e specializzate. Evitare scarpe con il nome di personaggi dei cartoni, dove si paga il personaggio famoso a discapito della qualità; ma evitare anche scarpe troppo economiche. Una scarpa sbagliata può rovinare per sempre il piede e la postura.

CURIOSITÀ PER  SAPERNE DI PIÙ
-  Gli studiosi affermano che il primo abbozzo di piede nel feto appare nell’originaria zona delle pinne dei pesci preistorici. Il piede preistorico era prensile, ma quando l’uomo iniziò a camminare eretto esso divenne più rigido e comparve la volta plantare.
-  Il piede nel feto compare intorno alla 4° settimana di gestazione, alla 6° si intravedono le falangi, alla 7° si distingue la coscia, la gamba e il piede. Alla 9° settimana il piede assomiglia a quello di un piccolo animale della famiglia dei Lemuridi vissuto circa due milioni e mezzo di anni fa.
Alla nascita è già presente la volta plantare.

COME AVERE CURA DELPIEDE
In casa lasciare scalzo il bimbo e quando possibile farlo camminare su terreni impervi.
Non usare nessun tipo di scarpa fino a quando non impara a camminare.
Quando inizia acamminare usare scarpe morbidissime senza suola.
Dopo i due anni usare scarpe con:
- contrafforte posteriore rigido
- punta larga e alta
- suola flessibile in cuoio o materiali traspiranti
- pelle morbidissima
Non usare sempre le stesse scarpe, ma alternarle
Non usare scarpe strette, né corte, né grandi, né troppo alte.
Cambiare le calze giornalmente.
Usare calze in cotone o lana.
Lavare i piedi con saponi acidi e naturali.
Tagliare regolarmente le unghie.
Massaggiare i piedi del bambino tutti i giorni.
Farlo giocare con i suoi piedini.
Molto importante è avere un’igiene di vita corretta, un’alimentazione sana, e tanto movimento all’aria aperta.

Anna Valeria Sabatini
Invia ad un amico
Da (Nome):
Da (Email):
A (Email):
Oggetto:
Messaggio:

Scrivi e pubblica il tuo commento

Check (inserisci codice controllo)
FOEHW

Nome*

Email*

Sito Web

Testo del commento

Nome ed Email sono obbligatori. I messaggi Anonimi verranno cancellati.

Cliccando su Invia accetti il Regolamento.



New
07/01/2010
La cura e l’igiene del piede sono essenziali anche per la salute dell’intero organismo
EBOOK
L'ultimo libro di Alberto Mondini in versione E-Book.
Scaricalo subito GRATUITAMENTE
Imparare l'inglese diventa un gioco. Scarica l'e-book gratuito offerto da amicopc.com
Come mitigare gli effetti delle nostre azioni passate e liberare la mente dai condizionamenti negativi
GRATUITO
Un passo avanti sul sentiero spirituale: analizzare i perché.
GRATUITO

Di Furio Sclano
e-book gratuito. A cura di Furio Sclano
La legge della mente
In Primo Piano su Naturalia.net
10/04/2014
La X Giornata Nazionale UILDM è iniziata lunedì 7 aprile, e durerà tre settimane, fino a sabato 26 dello stesso mese.
26/09/2013
La disABILITA' non è uguale in tutta Italia. Scopriamo regione per regione come vengono sostenuti i Progetti di Vita Indipendente.
25/09/2013
Da oggi nello spazio Simple and Clean si apre una nuova sezione: disABILITA’. Per dare voce a chi di abilità ne ha tanta, ma non riesce a farsi sentire.
07/06/2013
I passeggerei sono testimoni, si tratta di un oggetto volanate non identificato. Ma i media smentiscono:i è solo un uccello (gigantesco a giudicare dall'entità del danno)
Sezioni
Ultimi Articoli
07/01/2010
La cura e l’igiene del piede sono essenziali anche per la salute dell’intero organismo
01/08/2009
se la mente, lo spirito, lo sguardo e la gioia già si sono adattati alla luce e al calore del sole, l’organismo è più lento in ciò, e necessita di tempo maggiore, ha bisogno di nutrirsi adeguatamente, in maniera differente, ha bisogno di seguire i ritmi biologici e di prepararsi al nuovo clima e alle nuove emozioni.
01/08/2009
Contrarre il Citomegalovirus in gravidanza comporta seri rischi e gravi conseguenze sul feto. Nasce un'associazione in aiuto delle madri
VIDEO
20/12/2008
Intervista a Fausto Cavalli