In evidenza Mamme e Bambini

Farmaci per bambini, attenzione alle dosi

dic 11, 2015 lm&sdp

Altroconsumo già da alcuni anni ha messo in evidenza l’importanza della scelta delle dosi somministrate ai bambini. La prima cosa da fare è quella di non fidarsi di cucchiai e cucchiaini ma di optare sempre per la scelta dimisurini appositi forniti dalla case farmaceutuche. Quando si tratta di bambini, poche gocce in più possono fare la differenza.

ATTENZIONE AI FARMACI DA BANCO

Che siano quelli per  la febbre o per la tosse il risultato non cambia, anche se si possono acquistare senza ricetta medica. Sono pur sempre dei farmaci e come tali vanno trattati. Mai pensare quindi, che tali farmaci siano più sicuri di quelli acquistabili solo con ricetta medica. I rischi legati a una errata somministrazione sono sempre altissimi.

AL BANDO I CUCCHIAI DA TAVOLA

Cucchiai, cucchiaini & co. non sono misurini per farmaci e non possono quindi sostituirli in alcun modo questi o le apposite siringhe. Su un articolo di Altroconsumo del 2010 si legge “Alcuni ricercatori hanno misurato l’imprecisione delle somministrazioni fatte usando un cucchiaio. Hanno visitato 25 case, trovando complessivamente 71 cucchiai da tè (diversi per forma e dimensione) e 49 cucchiaini da tavola (diversi per forma e dimensione). Ne hanno quindi misurato la capacità in millilitri, riempiendoli con acqua”.

ED ECCO I (TRISTI) RISULTATI

• – La capacità dei 71 cucchiai da tè variava da 2.5 a ben 7.3 ml
• – La capacità dei 49 cucchiai da tavola andava da 6.7 a 13.4 ml

Tutto ciò significa che usando un cucchiaio al posto di un misurino si può somministrare una dose troppo bassa o decisamente più alta con il rischio di seri effetti collaterali.

I CONSIGLI DI ALTROCONSUMO

• In primo luogo, è da ricordare che la somministrazione di farmaci ai bambini dovrebbe essere sempre concordata con il pediatra e non decisa autonomamente (vale in modo particolare per i più piccoli).
• Da non sottovalutare anche il ruolo dei rimedi non farmacologici: bevande calde, umidificare l’aria, lavaggi nasali con la soluzione fisiologica, un cucchiaino di miele… possono risolvere o alleviare i sintomi più comuni.
• Se si decide di somministrare un farmaco, è bene fare molta attenzione alle dosi. Un farmaco da automedicazione non per questo è privo di rischi. Prima di somministrare il medicinale, leggete con cura le istruzioni e accertatevi di avere compreso bene sia il dosaggio sia le modalità di uso.