Alimentazione Fai da te In evidenza

Cucina gluten free: pasta di legumi, il fai da te è possibile

ago 05, 2015 lm&sdp

Tutti i segreti per preparare una pasta gluten free usando i legumi.

La pasta di legumi è ormai reperibile in tutti i negozi di alimentazione un po’ forniti. La difficoltà sta nel prepararla in casa. Ecco tutti i segreti e consigli per cucinarla con estrema facilità.

 IL PROBLEMA E’ IL GLUTINE – E’ la mancanza di glutine il vero problema. Trovare una farina di ceci o altri legumi ormai è semplicissimo. Ma chi ha provato a formare un impasto con farine di questo genere sa che è impossibile riuscire a lavorarlo. Il fatto è che le farine che contengono glutine hanno la possibilità di formare una sorta di reticolo che tiene unita la farina con l’acqua dando vita al classico panetto. Se si usa la farina di ceci, per esempio, questo non avviene perché non è possibile formare la cosiddetta maglia glutinica. Il risultato è una sorta di gel impossibile da impastare. Come fare dunque?

DENATURA LA FARINA – Il segreto è quello di denaturare le proteine della farina: ovvero si fanno “srotolare” per poi unirsi tutte insieme. In questo modo si crea una sorta di rete molto simile a quella che può formare il glutine. Il processo è semplice: stendi la farina su una teglia da forno e lasciala “cuocere” per circa tra ore a 85 gradi.

COSA TI SERVE – Se vuoi provare a fare l’impasto, prendi la farina denaturata, aggiungi un uovo (per 100 grammi circa di farina), un cucchiaio di olio extravergine di oliva e un po’ di acqua. Il risultato non è identico alla farina di grano duro, ma ci si avvicina moltissimo. Prima di preparare la sfoglia – con la macchina o a mano – ricordati sempre di far riposare l’impasto per almeno quaranta minuti in frigorifero.

SE NON SEI CELIACO, AGGIUNGI ALTRI INGREDIENTI –  Se non sei celiaco è comunque consigliabile aggiungere una piccola quantità di farina di grano che dona una miglior consistenza e un gusto decisamente migliore. E ricorda, se non sei celiaco, eliminare totalmente il glutine dalla dieta non è affatto salutare, anzi. Quello che deve essere eliminato è il glutine “tossico” derivante da farine “pompate” che contengono glutine in quantità abnormi. È il caso, per esempio, delle cosiddette farine di forza usate per panificare. La manitoba ne è un esempio eclatante. Tutto il resto è moda o business.

PROVALI CON… – La pasta realizzata in questo modo si può fare con la farina di piselli, di lenticchie, di fagioli, con la soia e tutto ciò che ti suggerisce la fantasia.

[lm&sdp]