clorofilla
Alimentazione Benessere Fai da te In evidenza Vivere Green

Clorofilla, estrazione casalinga

set 16, 2015 lm&sdp

Clorofilla fai da te

La clorofilla è dotata di eccellenti virtù salutari. Acquistarla, però,  non è sempre una soluzione conveniente. Estrarla in casa è semplice e veloce. E il risultato eccellente.

Clorofilla, l’emoglobina naturale

Le virtù della clorofilla sono rinomate da tempo, grazie alla sua incredibile somiglianza con l’emoglobina. La differenza sostanziale sta nel fatto che la clorofilla presenta al centro della sua molecola un atomo di magnesio, anziché di ferro. Tuttavia, anche il sangue verde, è un ottimo rimedio in caso di anemia.

La clorofilla ossigena i tessuti e migliora la salute cardiovascolare

Oltreché un antianemico è un buon rimedio per migliorare la salute di cuore e circolo. Ossigena cellule e tessuti, migliorando, al tempo stesso, la contrazione cardiaca. È adatta anche ai diabetici, per i quali scongiura il rischio di malattie cardiovascolari. Riduce il pericolo di flebiti, emorroidi e vene varicose. Infine, migliora le prestazioni degli sportivi ottimizzando la massa muscolare.

Clorofilla: essenziale per l’apparato digerente, e non solo – La clorofilla vanta davvero eccellenti virtù: tra queste non si può non citare il benefico effetto su stomaco e intestino. Sgonfia la pancia, evita l’ulcera, migliora il senso di sazietà e riduce le coliti. Infine, depura il fegato e migliora il drenaggio ei liquidi, riducendo il rischio di cellulite.

Sapevi che? La clorofilla evita gli effetti negativi derivanti dall’esposizione ai raggi X.

Come estrarre in casa la clorofilla – L’ideale è avere un’estrazione “freschissima”. Realizzarla a livello casalingo è molto semplice. Prendi un mazzetto abbondante di prezzemolo – o altro vegetale a foglia verde. Frullalo bene ricavando un succo. Filtra il succo con un panno di lino a trama finissima in maniera da eliminare completamente la fibra. A questo punto metti il succo ottenuto sul fuoco. Munisciti di una sonda per alimenti e attendi che la temperatura arrivi a circa 65-68 gradi. A questo punto noterai che la clorofilla “caglierà” come accade per il latte. Spegni subito il fuoco e filtra: la parte solida è clorofilla. Puoi aggiungerla cruda alle pietanze oppure essiccarla e usarla poco per volta come i prodotti acquistati.

[lm&sdp]